2021_03_07 - Grotta Neris - GGC

Vai ai contenuti

Menu principale:

Gallerie > Racconti
 
04-07-2021
Racconti
Ciao a tutti,
domenica siamo finalmente riusciti a visitare la grotta Giuseppe Sardu
vicinissima alle sorgenti di Pubusinu.
Perfetta logistica da minigrotta estiva: parcheggio all' ombra tutto il
giorno, cinque minuti di avvicinamento su sterrata quasi in piano e
parzialmente all' ombra, vicinissime le sorgenti con tavoli e acqua a
volontà per il post.
A dispetto di tutto questo crediamo che la frequentazione della grotta
sia prossima allo zero.
L' ingresso è un buchetto stretto a terra che ad una prima occhiata fa
storcere il naso parecchio per via del suo ridotto diametro; più che
altro, visto che ci si ritrova subito appesi, il pensiero vola alle
difficoltà in uscita...In realtà un paio di gradinetti nascosti all'
interno hanno reso l'uscita veramente semplice.
Appena entrati, la presenza di una certa quantità di vapore, ha
complicato non poco l'individuazione di una buona via di progressione
verso il fondo, 30 mt ed un paio di frazionamenti più sotto.... ad ogni
modo una corda da 50 è andata via sino all' ultimo cm.
Circolazione d'aria assente, ma forte presenza d'acqua ovunque, da
subito. Il pozzo di accesso è costituito da una frattura quando
verticale e quando meno, comunque completamente e pesantemente lavorata
dall' acqua.
Sul fondo troviamo......fango...un bel po....geotritoni?!?!?......e un
ambiente di poche decine di metri stupendamente concrezionato... una
saletta terminale, un paio di metri ancora più in basso, mostrava
chiaramente i segni di un passato livello idrico con qualche stalattite
divenuta molto particolare proprio per il passato allagamento dell'
ambiente. Tutto questo era veramente intonso.... una sensazione molto
bella....
La serata è terminata ai tavoli vicini alle sorgenti, dove abbiamo
lavato l' attrezzatura e cenato al fresco.


Gabriele Zannotti




Se vuoi puoi inserire un tuo commento su quest'articolo



Nessun commento
Oggi e' e sono le
Torna ai contenuti | Torna al menu