Chi Siamo - GGC

Vai ai contenuti

Menu principale:


Il Gruppo Grotte Cagliari è nato nel 1966 ed oggi è costituito da 69 soci.

Gli scopi del Gruppo sono:
a. La scoperta, lo studio e la protezione dell’ambiente speleologico, in modo particolare quello sardo;
b. La valorizzazione dell’attività di ricerca scientifica nei vari settori di questo campo: biologico, geologico, archeologico, antropologico, etc.;
c. La pubblicazione degli studi e ricerche tramite relazioni, monografie e bollettini di vario genere;
d. La collaborazione con altre organizzazioni speleologiche, locali e nazionali, attraverso lo scambio di esperienze.
Gli organi del Gruppo sono: il Presidente con il Direttivo di Gruppo e l’Assemblea dei soci.
Il Direttivo di Gruppo regola l’attività del Gruppo, vigila sull’osservanza del Regolamento e delle Norme tecniche, delibera su eventuali questioni e controversie, esamina e decide l’accettazione di nuovi aderenti, stabilisce le somme da spendere per l’acquisto di materiali, attrezzature, etc.
L’attuale direttivo, eletto nell’assemblea del 22 febbraio 2018 è così composto:



L’ assemblea è formata dai soci del Gruppo e ne stabilisce le iniziative in conformità agli scopi del gruppo. Viene convocata dal Direttivo di Gruppo in seduta ordinaria due volte all’anno, entro il mese di settembre e febbraio, rispettivamente per l’esame e l’approvazione dei bilanci preventivo e consuntivo.


La storia del gruppo...narrata dai protagonisti
Ricordi di un vecio
Salve, amici speleologi. Sono Ivo Paolucci, un "vecio" del Gruppo Grotte. Quando fu costituito c'ero anch'io, anzi posso dire che ho assistito alla nascita del Gruppo. Conosco la storia dei suoi primi anni, che è un po’ anche la storia dei miei primi anni in terra di Sardegna. Volete che ve la racconti? Eccola qua! Il 25 maggio 1966, presso la Sezione di Cagliari del Club Alpino Italiano, un gruppo di appassionati di speleologia, Antonio Assorgia, Giorgio Loddo, Sergio Dessì e Angelo Serra, provenienti dallo Speleo Club di Cagliari ....  continua a leggere l'articolo
La rinascita del gruppo e la speleologia goliardica
Come per Paolucci, anche per gli altri soci impegni di lavoro e famiglia decretano inesorabilmente la fine dell’avventura speleologica. Ma nel 1974 il gruppo rinasce. Il promotore del nuovo ciclo è Onorio Petrini che, lasciato lo Speleo Club, si dedica alla rifondazione con quella frenesia che in ambiente speleologico gli farà guadagnare amici e nemici. ....  continua a leggere l'articolo
Gli anni dal 1980 al 2000 circa...
Come fare a scrivere una storia del Gruppo tentando di essere obiettivi ma con la coscienza di essere coinvolti emotivamente fino al collo?
Ci tenterò lo stesso, rendendomi ben conto che andrò incontro inevitabilmente ad errori, che tenterò di vedere le cose solo “a modo mio”, che mi dimenticherò sicuramente qualcosa o qualcuno. A coloro che si potranno sentire scarsamente considerati in queste righe, vanno fin d’ora le mie scuse, con la promessa che cercherò comunque di fare del mio meglio per ricostruire questo periodo di vita che va dagli anni ’80 ad oggi.. ....  continua a leggere l'articolo
Corsi ed attivita’ divulgative
Credo si possa dire senza tema di smentita che nell’ambito del panorama speleologico isolano, il GGC CAI abbia sempre dedicato particolare cura ed attenzione alla didattica. Nei primissimi anni ’80 si è passati da una concezione più “goliardica” ad una più “tecnica” nell’organizzazione dei corsi. Si è detto addio ai corsi con 40 allievi nei quali, a fine corso, i migliori non sapevano fare un nodo o usare un discensore, per passare a corsi di qualità, dove l’insegnamento delle tecniche di sola corda ed una “infarinatura” di autosoccorso diventavano obbligatori....  continua a leggere l'articolo
Gruppo e Sezione CAI
Il GGC, a differenza di altri gruppi speleo, è inserito all’interno di una sezione CAI, con un numero di soci molto maggiore rispetto al gruppo stesso e con attività varie: escursionismo, arrampicata, segnatura di sentieri, alpinismo giovanile e altre. Di qui la necessità di mantenere un contatto, un raccordo con gli altri soci della sezione e di divulgare l’attività speleo...  continua a leggere l'articolo
Gruppo e CNSAS
Il Corpo Nazionale del Soccorso Alpino inizia a funzionare in Sardegna nel 1975 e essendo sostanzialmente un settore, seppur dotato di larga autonomia, all’interno della variegata struttura CAI, trova i suoi principali animatori fra le fila del GGC CAI. Il contributo dato al Corpo, (più tardi denominato CNSAS, con l’aggiunta non casuale di una “s”) è stato significativo e costante... continua a leggere l'articolo
I nostri giorni
Volendo concludere la storia del Gruppo delineata nelle pagine precedenti, resta a me il compito di dire cosa siamo oggi. Non mi sembra un’impresa ardua. Mi riesce facile vedere nella realtà odierna del Gruppo le tracce degli avvenimenti e delle scelte che ne hanno segnato gli anni più recenti. Una forte impronta l’ha data il fiorire di Istruttori con brevetto... continua a leggere l'articolo
Oggi e' e sono le
Torna ai contenuti | Torna al menu